Storia

San_Carlo_Santa_Cecilia_1985

I Filarmonici di San Carlo sono una formazione giovanissima. Il gruppo nasce nel 1984 per volontà dell’allora sindaco di San Carlo Canavese, Domenico Baima, che voleva dare al paese una banda musicale, supportato in questo progetto dal parroco Don Giovanni Boasso, che mise a disposizione i locali per le prove. In accordo con il maestro Ugo Bairo, primo direttore della Filarmonica, e grazie alla buona volontà di un nutrito gruppo di giovani allievi, con la fattiva collaborazione delle famiglie, in pochi mesi la banda tiene il suo primo concerto.
Il presidente, dalla nascita del sodalizio e per undici anni, è Renato Vallino, instancabile nel lavoro di promozione della Filarmonica, sempre coadiuvato da un valido gruppo direttivo, formato perlopiù da genitori degli strumentisti.
Dal 1995 al maggio 2014 il direttivo è stato guidato da Ugo Papurello, anima e cuore del sodalizio, punto di riferimento per soci e strumentisti. Da settembre 2014 ad oggi l’incarico di presidente dei Filarmonici di San Carlo è condotto con entusiamo e passione da Costantino Perrucci, già membro “storico” del direttivo.
Le tappe
Il 2 dicembre 1984 viene celebrata la prima Santa Cecilia, con la benedizione del Gagliardetto, disegnato dal presidente Vallino e portato a battesimo dalla madrina Silvia Casotto, prematuramente scomparsa.
Nell’ottobre del 1994 si festeggia il decennale di fondazione con una divisa tutta nuova e con l’organizzazione di diverse iniziative culturali.
A febbraio 1997 suonano al Lingotto di Torino in occasione del concorso ippico internazionale e in seguito vengono invitati ad una serie di concerti per la ricerca di fondi da devolvere alle zone colpite dal terremoto (Umbria e Marche).
Nel 1999 le celebrazioni per il 15° di fondazione con una settimana di festa.
Nel 2001 viene organizzato un seminario con il maestro Lorenzo Pusceddu, sotto la cui direzione I Filarmonici si esibiscono nel concerto di Santa Cecilia.
Nel 2003 partecipano al Raduno Internazionale delle bande musicali di Ventimiglia.
Per il 20° anniversario di fondazione, nel 2004, viene organizzata una grande festa e per la prima volta il gruppo si esibisce con “San Carlo Ouverture”, composizione scritta appositamente per loro dal maestro Pusceddu e commissionata dal presidente Ugo Papurello.
Per l’anniversario “d’argento” nel 2009 vengono organizzate due serate letterarie con gli autori Bruno Gambarotta e Andrea Vitali, che ha anche dedicato ai Filarmonici il suo romanzo “Almeno il cappello”, e alcune serate musicali.
I maestri
Dal 1984 ad oggi si sono susseguiti i seguenti direttori: Ugo Bairo, Luigi Picatto, Fulvio Massa Bova e, dal 1998, Massimiliano Mittica.
Gemellaggi
Nel 1986 primo gemellaggio con la Banda Folcloristica di Castello Tesino (Tn), a cui seguono quello con la banda di Bagnone (Ms), la banda cittadina di Trento, nel 1996 con la Ortsmusikappelle di Munderfing (Austria) e nel 1999 con la banda di Sant’Ambrogio sul Garigliano e la cittadina di Cavarzere (Ve).
10355510_768054119925549_5336671374844308118_o

Comments are closed.